Tennis: la Cocciaretto sbaraglia anche la forte Vekic, prosegue la marcia agli Open di Palermo

4' di lettura 06/08/2020 - Il centrale del Country Tennis Club di Palermo esplode al match point della rivelazione Elisabetta Cocciaretto, il cui cammino al WTA Open Ledies continua dopo il 6-2, 6-4 imposto niente meno che alla testa di serie nr 6 e 24 al mondo, la croata Vekic.

Grandissima prova di personalità della 19enne fermana studentessa Unicam, che ha preparato questo torneo nell’entroterra maceratese tra Camerino e Matelica con il suo coach Fausto Scolari e che sta raccogliendo i frutti di un lavoro programmato e in progressione con gli impegni. Al suo primo accesso ad un tabellone principale in un WTA, su un campo che sognava da bambina, la Cocciaretto (oggi 156 al mondo) non solo non si è fatta intimorire dal blasone della croata Donna Vekic (che è stata anche tra le top 5 del mondo), ma è scesa in campo concentratissima e determinata, sicura del suo gioco e con un gioco sempre d’attacco.

Forse la sua spregiudicatezza ha sorpreso la croata, che è stata costretta sempre ad inseguire e solo nel secondo set la Vekic è riuscita a tenere il ritmo ed il passo della “Coccia”, che si è tolta il lusso di concludere il match sul servizio dell’avversaria. Il gioco profondo e potente della Cocciaretto ha caratterizzato un match dove entrambe le protagoniste se le sono date di santa ragione. Con una Elisabetta Cocciaretto veramente impressionante sotto tutti gli aspetti, molto brava e concentrata, la Vekic si è dovuta alla fine inchinare in quello che è stato il loro primo confronto diretto.

Una qualificazione che in pochi, anche fra gli addetti ai lavori si aspettavano, ma è stata una vittoria col cuore e spinta anche da quei tifosi che la “Coccia” si è fatta durante la preparazione nell’alto maceratese che l’hanno spinta al successo con il sentimento. La qualificazione ai quarti della Cocciaretto ha fatto seguito a quella della Errani sulla Krystina Pliskova, interrotta per un acquazzone quando era in dirittura di arrivo. “Sono emozionata – dice Elisabetta – e anche molto contenta per come ho giocato e sono entrata in campo. Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto oggi, perché sono stati molto calorosi e sono molto felice. Giocare a Palermo era il mio sogno, mi ricordo che a 6 anni guardavo in tv le giocatrici italiane in questo torneo e pensare che dopo qualche anno sono io che entro sullo stesso campo per giocare un match serale importante e contro una giocatrice che ammiro è un sogno diventato realtà. Ma è solo un punto di partenza”.

Cocciaretto determinata e sicura anche nei suoi obiettivi futuri, come quelli dimostrati in campo, contro una Vekic che affrontava per la prima volta. “Sinceramente non la conoscevo bene – dice Elisabetta della Vekic – perché non ci avevo mai giocato e l’ho vista anche poco in tv. Però sono entrata in campo concentrata, cercando di fare il mio gioco e di perseguire i miei obiettivi e sono molto contenta perché sono riuscita a farlo per tutto il match”.

Quella della Vekic è stata un’altra eliminazione importante dal punto di vista delle teste di serie e il torneo di Palermo, il primo Wta del dopo lockdown, sta accorciando le distanze tra le big e le altre. “Diciamo che chi ha saputo gestire meglio questo periodo del lockdown – dice la Cocciaretto – ha trovato i propri benefici sia in questo che nei prossimi tornei. Per me giocare contro una Vekic che ha vinto tanto è stato un privilegio e io dovrò prendere spunto da questa partita per cercare sempre di migliorarmi.”

Oggi la Cocciaretto, in coppia con la Trevisan, affronterà nel doppio la coppia spagnola formata dalla Garcia Peres e Sorribas Tormo, mentre nel singolare la maceratese Camila Giorgi (89 al modo) se la vedrà con la rivelazione slovena Kaja Juvan (121). Ai quarti invece la Cocciaretto affronterà la vincente dal match fra l’Estone Anet Kontaveit e la tedesca Laura Siegmund.


di Angelo Ubaldi
redazione@viverecamerino.it







Questo è un articolo pubblicato il 06-08-2020 alle 10:53 sul giornale del 07 agosto 2020 - 182 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, camerino, tennis, angelo ubaldi, articolo, cocciaretto, open palermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bsDH





logoEV