Recanati: iGuzzini licenzia, Confael e Pd alzano le barricate, "condotta inaccettabile, intervenga la Regione"

5' di lettura 01/10/2021 - Sindacati e politica si mobilitano per scongiurare i 103 licenziamenti ventilati dalla iGuzzini. A scendere in campo sono la Confael e il gruppo consiliare in Regione del Pd.

«I licenziamenti alla Guzzini causeranno conseguenza nefaste per tutto il territorio». Lo afferma Sandro Zaffiri, segretario regionale Marche della Confael, la Confederazione Autonoma Europea dei Lavoratori. Secondo Zaffiri l'azienda, con questo provvedimento, «che per noi è una vera doccia fredda, si assume la responsabilità di un enorme danno sociale ed economico». Per questo motivo il segretario regionale invita il governo e la Regione Marche ad «aprire un tavolo di confronto e di soluzione perché non si possono lasciare per strada 103 lavoratori e le loro famiglie. Da aprile è un corollario di annunci di multinazionali che licenziano, spesso con una semplice mail, senza alcun confronto con i sindacati. Una condotta inammissibile e inaccettabile. Ribadisco la richiesta alla Regione Marche di intervenire subito e al sindaco di Recanati e al Presidente della Provincia di Macerata di farsi promotore di azioni non solo verso la regione ma anche verso i ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro».

«La crisi apertasi a iGuzzini con l’annuncio di 103 licenziamenti rappresenta l’ennesima ferita al nostro territorio, a un sistema produttivo che, pezzo dopo pezzo, rischia di crollare sotto il peso di scelte industriali quantomeno discutibili – così il consigliere regionale Pd Romano Carancini a nome del gruppo consiliare dem – come nel caso di Elica, ma anche come in quello di tantissime altre realtà imprenditoriali più piccole e lontane dai riflettori, i processi di ristrutturazione aziendale che si stanno mettendo in moto in vista della fine dell’emergenza sanitaria rischiano di generare una drammatica crisi sociale. Le Marche non possono permettersi un simile scenario. Va da sé che nella difficile vertenza che ora si aprirà saremo a fianco dei lavoratori e delle loro organizzazioni sindacali per far sì che vengano tutelati i livelli occupazionali e per evitare che la regione scivoli in una nuova spirale di deindustrializzazione dalle conseguenze inimmaginabili. Tuttavia vogliamo rivolgerci senza alcun pregiudizio anche all’azienda, un brand famoso in tutto il mondo, che tanto ha dato al nostro territorio in termini di benessere e prestigio, ma che, ora più che mai molto, molto di più ha ricevuto grazie a intere generazioni di lavoratori che hanno orgogliosamente contribuito a fare de iGuzzini un’autentica eccellenza. Al management attuale chiediamo non solo di non calpestare questa gloriosa storia, ma soprattutto di dimostrare con i fatti il rispetto per la dignità e il futuro di chi ha aiutato a scriverla. Per una volta si faccia uno sforzo di visione, si faccia prevalere la capacità di ascolto ed esplorazione per trovare soluzioni più adeguate alla troppo facile modalità di scaricare sui lavoratori e le loro famiglie le difficoltà, peraltro nel caso de iGuzzini del tutto temporanee. Siamo certi che se ci sarà disponibilità al confronto e al dialogo tra le parti sociali e le istituzioni, tutti insieme sapremo creare le condizioni per continuare a produrre qui, per far sì che quella storia possa continuare nei decenni a venire».

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

348.7699158

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2021 alle 11:23 sul giornale del 02 ottobre 2021 - 158 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cl7f





logoEV
logoEV