Porto Recanati: pronto il bilancio di previsione, aumenta la tassa di soggiorno, "gettito di 205 mila euro per investimenti nel turismo"

9' di lettura 30/04/2022 - Arriviamo a questo bilancio di previsione dopo un attento lavoro di studio e di analisi dei dati e dei flussi, svolto in continua e totale collaborazione con tutti gli Uffici, che vogliamo pubblicamente in questa sede ringraziare, a partire dall’Ufficio Ragioneria con il suo funzionario Simonetta Bianchini, che ha predisposto i numerosi e corposi documenti necessari.

È un bilancio del quale comprendiamo bene l’importanza, il primo del nostro mandato, e come tale primo tassello di quella progettazione espressa nel nostro programma elettorale, che vuole dare un nuovo volto alla nostra città.

Abbiamo dovuto fronteggiare il gravissimo problema dei forti rincari dei costi energetici determinati dagli eventi prima pandemici e ora bellici (stimati in 45% circa sull’energia elettrica, 35% sul metano); problema al quale ancora oggi gli enti sovraordinati non hanno dato una risposta adeguata attraverso una normativa ad hoc. La nostra attenzione si è quindi concentrata sul reperire risorse tali da coprire gli aumenti, mantenere inalterati tutti i servizi (secondo quelle che sono le esigenze della collettività) e operare con investimenti organici e razionali sul territorio, senza lasciarci sfuggire le preziose opportunità di accedere ai numerosi finanziamenti stanziati. La Giunta ha deliberato in data 7 aprile 2022 l’approvazione del Documento Unico di

Programmazione e del Piano Triennale delle Opere Pubbliche, e in data 11 aprile 2022 l’approvazione dello schema di bilancio previsionale per il triennio 2022-2024, ai fini della presentazione in Consiglio Comunale.

Per l’anno 2022 si registrano entrate complessive per 25.268.769,85 euro e pari è l’importo della spesa in uscita. Analizzando le entrate, deve rilevarsi come le previsioni sono state formulate considerando, laddove possibile, l’andamento storico degli esercizi precedenti (anche pre-pandemia), nonché le diverse basi informative (catastale, tributaria, ecc..) e le modifiche normative che hanno impatto sul gettito.

Le entrate tributarie ammontano, per il 2022, a 9.384.714 euro. Comunichiamo pertanto che si confermano le aliquote dell’addizionale Irpef (la previsione in entrata di 1.120.000 euro; l’aliquota Unica resta quindi dello 0,80% con una soglia di esenzione per redditi pari o inferiori a 8.500 euro) così come le aliquote Imu non saranno interessate da variazioni prevedendo un’entrata pari a 4.865.000 euro. Da riscontrare però in questo caso un maggiore gettito stimato in 165.000 euro, a fronte delle disposizioni dell’Art. 5 decies L. 215/2021, per le quali è stato modificato il concetto di abitazione principale del nucleo familiare laddove le residenze dei coniugi siano in due distinte unità immobiliari.

Per la Tari, in attesa dell’approvazione del Piano Finanziario che fornirà i costi specifici per il servizio rifiuti, si ha una previsione di entrata in linea con quella del 2021 (di 2.720.832 euro). Procederemo quindi successivamente all’approvazione delle tariffe, operando se necessario un adeguamento con una variazione, dando atto che comunque le tariffe devono assicurare la copertura integrale del costo del servizio.

Quanto invece all’Imposta di soggiorno, è previsto per il 2022 un incremento del 20% delle tariffe vigenti, pari in concreto a 0,30, 0,20 e 0,10 euro a seconda della tipologia di struttura ricettiva. Così come illustrato agli operatori del settore in uno specifico incontro con l’assessore di riferimento, le entrate pari a 205.000 euro andranno a finanziare interventi in materia di turismo come già avvenuto negli scorsi anni; in più, per quest’anno in particolare è prevista la sistemazione dei nuovi locali da adibire a ufficio Iat presso la struttura del Kursaal. Abbiamo infatti pensato che la nostra città necessiti di una struttura turistica di accoglienza di livello adeguato.

Le entrate per trasferimenti correnti ammontano a 891.014,22 euro e comprendono una serie di ristori e contributi (alcuni dei quali ordinariamente concessi) versati da Stato, Regione e altri enti. Le entrate extratributarie invece sono previste per 3.149.133,31 euro. Tra esse, per quanto riguarda i servizi a domanda individuale, non sono state modificate le tariffe per mensa e trasporto scolastico, e parcheggi pubblici; c’è un leggero adeguamento delle tariffe del centro estivo e dei diritti di segreteria sportello Sue e Suap. Non sono previsti aumenti neanche per quanto riguarda il Canone Unico Patrimoniale, che comprende il gettito della soppressa imposta sulla pubblicità, diritti sulle pubbliche affissioni e canone per l’occupazione spazi di aree pubbliche (entrate per euro 523 mila).

I proventi derivanti dall’attività di controllo e repressione delle irregolarità e degli illeciti sono fissati complessivamente in 751.000 euro; di questi, 690.000 euro sono i proventi derivanti da contravvenzioni stradali. Le entrate in Conto Capitale poi ammontano a 5.274.648,63 euro: esse comprendono vari contributi per i quali sono stati chiesti finanziamenti ai fini della messa in sicurezza di edifici e territorio, somme derivanti da alienazione di beni (719.222 euro), somme derivanti da oneri per 1.176.915,35 euro, di cui 635.758,08 euro sono i proventi da concessioni edilizie e da lottizzazioni urbanistiche, 541.157,27 euro è l’importo previsto per l’escussione della polizza fidejussoria relativa al comparto “Torri d’avvistamento”, così da poter completare l’urbanizzazione dell’area. È prevista infine, tra le voci da segnalare, l’entrata relativa all’accensione di un mutuo per 336.200,00 euro, destinata alla riqualificazione di piazza Kronberg e all’acquisizione dei campi da tennis. Valuteremo comunque nel contempo la possibilità di non indebitare ulteriormente l’ente qualora si liberino risorse dall’avanzo di amministrazione, dopo l’approvazione del rendiconto, o ci sia la possibilità di accedere a specifici finanziamenti.

Passando alle spese, esse ammontano nel complesso, come detto, a 25.268.769,85 euro: 12.995.056,66 euro è la somma destinata alle spese correnti, 6.691.554,56 euro la somma destinata alle spese in conto capitale per opere di investimento, le quali verranno poi dettagliatamente illustrate dall’assessore competente. Da rilevare come le opere relative ai finanziamenti Pnrr e Rigenerazione urbana siano inserite nelle previsioni del 2023. Quanto alle spese di parte corrente, il costo del personale è pari a 2.621.174,51 euro, come previsto dal piano del relativo fabbisogno, esplicato nel Dup. La spesa relativa all’acquisto di beni e servizi è invece pari a 7.569.463,17 euro ed è ripartita nella voce declinata nelle diverse missioni in cui si articola il bilancio.

Per quanto riguarda l’ambito sociale, per il quale riteniamo si debba avere la massima attenzione in un momento come quello attuale, si mantengono tutti gli interventi destinati alle diverse fasce fragili della popolazione, secondo le esigenze individuate dagli Uffici (337.680,47 euro sono destinati all’infanzia e ai minori, 272.506,02 euro alla disabilità, 97.255 euro agli anziani, 171.576,64 euro ai soggetti a rischio di esclusione sociale, 18.903,13 euro alle famiglie). 312.409,98 euro sono le risorse per spese correnti legate allo sviluppo dell’attività sportiva e delle politiche giovanili; 244.131,32 euro sono per la valorizzazione delle attività culturali, 196.045,12 euro per la valorizzazione dell’attività turistica. Ancora: 979.578,03 euro sono le risorse per spese correnti destinate all’istruzione ed al diritto allo studio, con specifica previsione di interventi per assistenza e trasporto di alunni portatori di handicap.

Per il commercio sono stati previsti 10.000 euro per iniziative a sostegno e promozione del settore. Per interventi in materia del verde sono stati previsti 275.877,82 euro, per quanto riguarda invece i trasporti e la viabilità 1.276.703,32 euro. I settori sono in via di riorganizzazione e il nostro dichiarato intento è quello di garantire servizi più efficienti a fronte della stessa spesa.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.

Città

Whatsapp

Telegram

Ancona

350.0532033

@VivereAncona

Ascoli

353.4149022

@VivereAscoli

Camerino

340.8701339

@VivereCamerino

Civitanova

376.0316331

@VivereCivitanova

Fabriano

376.0081705

@VivereFabriano

Fano

350.5641864

@VivereFano

Fermo

351.8341319

@VivereFermo

Jesi

371.4821733

@VivereJesi

Macerata

328.6037088

@VivereMacerata

Osimo

320.7096249

@VivereOsimo

Pesaro

371.4439462

@ViverePesaro

Recanati

366.9926866

@VivereRecanati

San Benedetto

351.8386415

@VivereSanBenedetto

Senigallia

351.7275553

@VivereSenigallia

Urbino

371.4499877

@VivereUrbino






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2022 alle 09:59 sul giornale del 02 maggio 2022 - 111 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune di Porto Recanati, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c4UT





logoEV
logoEV