Recanati: altri fondi per il castello di Montefiore, via al progetto da 1,8 milioni

3' di lettura 31/03/2023 - Approvato dalla giunta il progetto definitivo dei lavori di restauro del Castello di Montefiore per un costo complessivo di 1.861.069,70 euro, di cui, grazie alle capacità dell’amministrazione comunale e dei suoi capaci tecnici di reperire finanziamenti ministeriali ed europei del Pnrr a copertura dei progetti realizzati, il comune di Recanati dovrà spendere solo l’esigua somma di 22.143,32 euro.

«Dopo aver consolidato il versante a valle del castello di Montefiore con un intervento per la messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, fondamentale per i lavori che effettueremo nel castello, oggi con l’approvazione dei progetti definitivi, siamo pronti a ristrutturare l’intera fortezza del 1200 e a restituirla con grande soddisfazione più bella che mai alla comunità – ha dichiarato il sindaco Antonio Bravi – due importanti interventi che non gravano sulle spalle della città grazie alle capacità della nostra amministrazione e del team del nostro ufficio tecnico nel redigere progetti vincenti e nel reperire continuamente fondi».

Dopo il parere positivo redatto della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio, la Giunta ha approvato in questi giorni il progetto definitivo di miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale della Frazione di Montefiore con l'intervento di restauro e rifunzionalizzazione del Castello di Montefiore, da adibire a contenitore per la promozione delle attività culturali e sociali a servizio del quartiere e dell’intera comunità recanatese. «Dopo i lavori per il consolidamento di tutto il versante in zona franosa, intervento indispensabile per pensare al recupero del Castello, adesso con i fondi del Pnrr siamo pronti per un intervento molto atteso – ha spiegato l'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Fiordomo – metterlo a posto significa preservare storia e bellezza e significa avere uno spazio suggestivo che potrà essere un luogo turistico e di aggregazione».

Il castello, anticamente un borgo murato, è dominato da un torrione quattrocentesco molto simile per tipologia e dimensioni alla Torre del borgo della città di Recanati ubicata in Piazza Giacomo Leopardi. Il progetto prevede anche la ricostruzione di tutti gli impalcati lignei e delle scale per poter raggiungere la terrazza della torre merlata. All’interno del Castello è prevista inoltre la realizzazione di una gradonata all’aperto per l’organizzazione di spettacoli e un giardino che per ricordare i vecchi utilizzi dell’area, avrà la stessa forma dei sedimi delle case storiche che si trovavano all’interno del Castello dove abitavano i cittadini di Montefiore. «Il Castello di Montefiore rappresenta un importante luogo della cultura e una vera e propria attrazione turistica, non solo per la città in cui si trova, ma per l'intero territorio – ha affermato l’assessore alle Culture Rita Soccio – siamo felici di annunciare che, grazie ad un progetto culturale condiviso con il Comitato di quartiere, si firmerà a breve un protocollo d'intesa che consentirà di valorizzare ancora di più questo splendido edificio. Grazie alla disponibilità di spazi interni, il Castello potrà ospitare concerti, eventi musicali, rappresentazioni teatrali e mostre, offrendo così un'ampia gamma di opportunità per gli appassionati di cultura e spettacolo. Inoltre la fortezza si presta perfettamente per cene a tema e degustazioni, creando un'esperienza unica e indimenticabile. Siamo anche lieti di annunciare che il Castello di Montefiore potrebbe entrare a far parte della rete museale recanatese, ampliando ulteriormente il suo valore culturale e la sua importanza come attrazione turistica».

Entro fine giugno verrà effettuata l’aggiudicazione dei lavori per l'intervento di restauro e rifunzionalizzazione del Castello di Montefiore con avvio del cantiere previsto come da cronoprogramma entro il prossimo settembre.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2023 alle 18:32 sul giornale del 01 aprile 2023 - 38 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/d1w0





logoEV
logoEV
qrcode