Boxe: a Recanati i migliori giovani pugili da Marche, Umbria ed Emilia Romagna

3' di lettura 10/05/2023 - Grande giornata di boxe a Recanati presso la Canappa Boxing Club di Walter Palombini. La riunione, organizzata in collaborazione con la Nike Fermo, ha visto in apertura ben otto “sparring io” di ragazzini provenienti anche dall’Umbria e dall’Emilia Romagna.

I più giovani e leggeri atleti in gara sono stati i canguri Luca Melone della Drago Boxing di Emilio Marozzi contro Andrushchak Arsen della Boxe Budrio di Eugenio Milazzo, entrambi molto veloci negli spostamenti sulle gambe e rapidi nell’esecuzione dei colpi, due veri pugili in miniatura, il piccolo pugile romagnolo ha convinto di più i giudici.

A seguire i canguri peso massimo Nicolò Rolli della nuova pugilistica sambenedettese S22 e Edoardo Casadio sempre della Boxe Budrio, altro stile per loro in linea con la loro fisicità, colpi più impostati e circolari, sempre controllati ma già proiettati ad essere affondati, il giovane pugile marchigiano, grintoso e sicuro, nell’impeto dell’attacco alzava un po’ troppo la testa e forse per questo è stato penalizzato dai giudici come monito per il futuro a ricordare che la mandibola va protetta sempre.

Dopo i canguri di 10 anni è stata la volta degli allievi di 12/13 anni, i primi a salire sul ring i più leggeri: David Palombini della Canappa Boxing Club e Ivan Aprile della Boxe Budrio, entrambi molto bravi con le loro schivate in rapida successione e i colpi di rimessa, il pugile di casa è stato più incisivo e ha guadagnato la vittoria.
Anche Chernohuz Albert della società ospitante e l’umbro Marcelli Mattia se la sono battuta in un match equilibrato come la loro categoria di peso di mezzo tra i 40 e 50 kg che però ha visto la vittoria di Albert.
Stessa categoria per Campeggio Giorgio della Pugilistica Jesina di Lorenzo Alessandrini e Argint Matteo della Budrio boxe, il pugile marchigiano si è mosso bene ma il romagnolo forse più sciolto ha convinto di più i giudici.
Pareggio invece per Loris D’Angelo dell’Ascoli Boxe, accompagnato dall’aspirante tecnico Francesca Caputo contro il pugile di casa Ewan Ridolfi e per Nasro-Allah Benhassan della Pugilistica S22 contro Angelo Mario Marcheggiani della Drago Boxing.

Il giovane ascolano molto composto e in linea con i suoi jab secchi e precisi non finalizzava con il destro più insicuro e spesso risparmiato, il suo avversario di casa più sicuro ma forse meno ordinato. Un Benhassan invece stranamente sottotono nel contrastare il suo avversario umbro coraggiosissimo al suo esordio. Il sambenedettese Simone Giudici della S22 invece ha avuto la meglio su Samuel Console Pontrelli della Pugilistica Dorica del Maestro Adelchi Tonucci con l’aspirante tecnico Stefano Caporelli. Un primo round molto bello il loro che ha visto il pugile della S22 nella sua massima espressione, il giovane anconetano invece è cresciuto all’ultimo round ma forse non è stato sufficientemente incisivo.
La riunione è proseguita con altri nove matches dilettanti fra cui quattro destinati agli elite.

Una riunione quindi per metà riguardante il settore giovanile, fortemente voluta dalla responsabile del settore Francesca Pignati supportata dal Presidente Regionale Luciano Romanella che ha uno sguardo lungimirante e proiettato verso il futuro.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatsapp e Telegram dei quotidiani Vivere.

Per Whatsapp aggiungere il numero corrispondente alla città desiderata nella propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio "notizie on".

Per Telegram cercare il canale desiderato.


   

da Organizzatori





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2023 alle 11:51 sul giornale del 11 maggio 2023 - 34 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/d7Z9





logoEV
logoEV
qrcode